Bodrum ricorda Nazım Hikmet!

La città di Bodrum ha scelto di celebrare il grande poeta Nazım Hikmet con una serie di eventi il 2 e 3 Giugno: dall’inaugurazione di una statua e una biblioteca a lui dedicata, passando per concerti, mostre e letture.

Tra gli ospiti, lo scrittore Zülfü Livaneli e i poeti Şükrü Erbaş, Ahmet Telli, Zerrin Taşpınar, Ahmet Telli, Mahmut Temizyürek e Salih Bolat.

Gli eventi sono tutti in streaming sulle reti sociali ufficiali della municipalità di Bodrum, oltre al canale https://www.youtube.com/user/BodrumBelediyesi

Buona visione!

Leave a comment

Filed under Traduzioni

Gonca Özmen, “Nero” (Kara)

Da Bile İsteye (“Con intenzione e consapevolezza”), 2019

Nero

Ecco, guarda questa pioggia, ha dormito sul mio petto

Ai miei seni ha allattato Ada

Ecco, il mio ventre s’è gonfiato, gonfiato, poi è crollato

Eccomi immobile davanti all’incendio
Eccomi tornata dopo aver fissato un’emozione che lievitava

Senza timori, coi sogni lacerati, tutto invecchiato

Così a capo chino col disastro nella bocca e la lotta intiepidita

Eccomi distesa nelle piane ad asciugarmi


Se le scosti appena un po’, così pieno di desiderio

E accorri traversando mille fiumi

Eccomi stremata nelle lenzuola in cui sei venuto.

Kara

Bak bu yağmurun göğsümde uyumuşluğu var
Adanın süt içmişliği var memelerimden
Karnımın şişip şişip inmişliği var
Gidip bir yangının önünde durmuşluğum var
Öyle gözü kara, düşü yırtık, eskisi çok
Kabaran bir duyguya bakmaktan dönmüşlüğüm var
Eğik başım öyle, sözüm perişan, kavgam ılık
Uzanıp da kırlara kurumuşluğum var

Aralasan şimdi aralasan öyle iştahlı
Geliversen bin dereden
Geldiğin çarşaflarda yorgunluğum var

Leave a comment

Filed under Traduzioni

Ahmet Haşim, Ricordo di una notte d’estate

Per festeggiare la Giornata Mondiale della Poesia, ecco un componimento di Ahmet Haşim (1884-1933), uno dei grandi padri del verso in turco… Buona Lettura!

Da Piyale (La coppa), 1926

Bir yaz gecesi hatirası

İşveyle, fısıltıyla, gülüşle
Olmuş sebi sevda yine bihap
Oklar gibi saplanmada kalbe
Düştükçe semadan yere mehtap…

Buseyle kilitlenmiş ağızlar
Gözler neler eyler neler işrap! …
Uçmakta bu ateşli havada
Vuslat demi bir kuş gibi bitap…

Ricordo di una notte d’estate

Un vezzo, un bisbiglio, un sorriso

e torna insonne la notte d’amore

Come freccia nel cuore si conficca

cadendo dal cielo, la luce lunare…

Le bocche serrate dai baci

e gli occhi, frenetica ebbrezza!

Come un uccello sfinito nell’aria rovente

volteggia l’istante dell’unione amorosa…

Leave a comment

Filed under Traduzioni

Orhan Veli, “La diceria” (Dedikodu)

A poco più di settant’anni dalla scomparsa, una poesia di Orhan Veli Kanık (1914-1950), una voce rivoluzionaria della poesia turca tra anni Quaranta e Cinquanta. Buona lettura!

Dedikodu

Kim söylemiş beni
Süheyla’ya vurulmuşum diye?
Kim görmüş, ama kim,
Eleni’yi öptüğümü,
Yüksekkaldırım’da, güpe gündüz?
Melahat’i almışım da sonra
Alemdara gitmişim, öyle mi?
Onu sonra anlatırım, fakat
Kimin bacağını sıkmışım tramvayda?
Güya bir de Galataya dadanmışız;
Kafaları çekip çekip
Orada alıyormuşuz soluğu;
Geç bunları, anam babam, geç;
Geç bunları bir kalem;
Bilirim ben yaptığımı.
Ya o, Mualla’yı sandala atıp,
Ruhumda hicranını söyletme hikayesi?

La diceria

Chi ha messo in giro la diceria

Per cui sarei cotto di Süheyla?

Chi, ma chi mi ha visto

baciare le mani di Eleni

a Yüksekkaldırım in pieno giorno?

E poi avrei preso Melahat per portarla

ad Alemdar, non dicono così?

Di questo ne parliamo dopo, ma la gamba di chi

avrei toccato sul tram?

Si dice in giro che bazzichiamo Galata

E che belli sbronzi

È li che ci svaghiamo;

Dimenticatele ‘ste cose, non date retta;

Dimenticatele al più presto

So io quello che faccio.

E la voce per cui avrei portato Mualla in barca

Per farle cantare ‘la nostalgia nel mio cuore’?…

(da Garip, 1946)

Leave a comment

Filed under Traduzioni

Behçet Necatigil, Quarantena (Karantina)

Care Lettrici, cari Lettori,

dopo una lunghissima assenza dovuta ai bizzarri tempi che stiamo vivendo, desidero segnalare una traduzione di un poeta turco estremamente attuale, Behçet Necatigil (Istanbul, 1916-1979). Le quattro poesie tradotte per la prima volta in italiano possono essere raggiunte qui: https://kaleydoskop.it/scritture/versi/behcet-necatigil-quattro-poesie/

Come piccolo saggio, ecco la poesia “Quarantena”. Buona lettura!

Karantina

Bulaşıcı hastalık
Düşünüyorlar
Nereden aldınız
Çok da uzun sürdü

Çocukluk gençlik
Kaldığınız evler
Bilinen yerler
Hangisinden aldınız

Karayalnızlık
Olabilir diyorlar
Geçer diye çekindiklerinden
Yıllardır burdasınız

Türk Dili, 320, Mayıs 1978

Quarantena

La malattia infettiva

Riflettono

Dove l’avrete contratta?

E in più dura da tempo

Nell’infanzia o nella giovinezza

Nelle case che avete abitato

Nei luoghi conosciuti

Dove l’avete contratta?

Solitudine nera

Potrebbe darsi, dicono

E perché temono che passi

Da anni vi trovate qui

Da Türk Dili, 320, Maggio 1978

Leave a comment

Filed under Traduzioni

Gülten Akın – Tre nuove poesie

Care lettrici e cari lettori,

vi segnalo l’uscita di tre poesie in traduzione italiana di Gülten Akın, una delle poetesse di punta della storia letteraria turca, sul portale Kaleydoskop.it. Potrete trovarle a questo indirizzo:

Gülten Akın – Tre poesie

Buona lettura!

Leave a comment

Filed under Traduzioni

[event cancelled] A symposium for Gülten Akın

gultenakin

[Update: The event was cancelled]

The great poet Gülten Akın (Yozgat 1933 – Ankara 2015) is celebrated in these days in Izmir, in a symposium that takes place at the Tarihi Havagazi Fabrikası. The event will have, among the participants, poets such as Haydar Ergülen, Mahmut Temizyürek, Duygu Kankayıtsın, Devrim Dirlikyapan and critic/poets such as Metin Celal, Mehmet Can Doğan, Cevat Çapan and Ali Özgür Özkarcı, among others. Akın’s voice presented a unique mix of social and political themes, and in more than 50 years of activity, she was one of the leading female poets of contemporary Turkey.

Here is the programme of the event:gultenakin2gultenakin3

1 Comment

Filed under Novità

Haydar Ergülen in Italia

 

Ergulen cover

 

Care lettrici e cari lettori, come già annunciato nei post precedenti, Haydar Ergülen riceve il Premio Ciampi 2019 e per l’occasione sarà pubblicata in italiano una raccolta di sue poesie, La casa nella melagrana – Poesie scelte 1982-2018, traduzione e cura di Nicola Verderame, nota introduttiva di Milo de Angelis, Livorno: Valigie Rosse edizioni, in vendita dal 19 Gennaio 2020.

Haydar Ergülen (1956) è nato nella città anatolica di Eskişehir. Da ragazzo, a causa della sua militanza politica è stato espulso dal liceo della sua città e si è trasferito ad Ankara, dove ha studiato sociologia alla Middle East Technical University, laureandosi nel 1982. Ha lavorato come autore di testi pubblicitari a Istanbul, dove tuttora risiede. Ha esordito in poesia nel 1979 e da allora pubblica sulle più importanti riviste letterarie turche. Ha pubblicato dodici raccolte di saggi, un libro per bambini e quindici raccolte di poesia. I suoi libri sono stati tradotti in inglese, francese e tedesco.

Come scrive Milo De Angelis nella nota introduttiva al libro, “Ergülen è un poeta di estrema importanza e singolarità, […] con il suo tono fiabesco, incantato, panteista, capace di stupori infantili di fronte alla vita e alle sue meraviglie, ma anche di fronte ai suoi traumi e alle sue separazioni”.

Contestualmente, Haydar Ergülen sarà protagonista dei seguenti incontri:

Sabato 18 Gennaio, ore 17.00-19.00, Firenze: presentazione in anteprima de La casa nella melagrana, presso lo spazio Le Murate, Progetti Arte Contemporanea. Coordina l’evento la poetessa Elisa Biagini.

Domenica 19 Gennaio, ore 16.30-18.30, Livorno: cerimonia di conferimento del Premio Ciampi presso la Sala Mascagni del Teatro Goldoni. L’evento vedrà la partecipazione di Valerio Nardoni, traduttore e co-editore della casa editrice Valigie Rosse, e di Nicola Verderame che ha curato la pubblicazione dell’opera.

Lunedì 20 Gennaio, ore 18.00, Napoli: presentazione de La casa nella melagrana, presso la Fondazione Premio Napoli a Palazzo Reale. L’incontro fa parte della serie Lettere turche. La Turchia raccontata dai suoi scrittori, conversazioni con autori turchi tradotti di recente in italiano, in programma tra Novembre 2019 e Maggio 2020, di cui Ergülen è il primo poeta ospite. La rassegna ha già visto la partecipazione del romanziere Burhan Sönmez.

Martedì 21 Gennaio, ore 10.30-12.30, incontro-lezione a Napoli nell’ambito del corso di lingua e letteratura turca dell’Università “L’Orientale”.

1 Comment

Filed under Novità

Cinque nuove poesie di Tuğrul Tanyol in italiano

Care lettrici e cari lettori, nell’attesa di recensire nuovi libri di poesia pubblicati in turchia e particolarmente interessanti, vi segnalo una nuova traduzione di poesie di Tuğrul Tanyol, il poeta la cui antologia Il vino dei giorni a venire – Poesie scelte 1971-2016 è stata pubblicata in Italia nel 2018. Il poeta è stato anche insignito del premio Europa in Versi di Como, oltre a numerosi altri riconoscimenti in Turchia.

Troverete le nuove poesie in traduzione al link qui sotto:

POETI STRANIERI: TUĞRUL TANYOL TRADOTTO DA NICOLA VERDERAME

Buona lettura!

Leave a comment

Filed under Traduzioni

Tradurre le “Quaranta poesie e una”

Plakat_Laboratorio_Aperto_1ecf2

Gentili lettrici e lettori, sono lieto di annunciare un incontro aperto di traduzione dal turco all’italiano, che si terrà a Castasegna, nella Svizzera italiana, e sarà incentrato su alcune poesie di Haydar Ergulen che fanno parte della raccolta “Quaranta poesie e una” (1997), e che farà parte del suo libro di prossima pubblicazione in italiano… Stay tuned!

Leave a comment

Filed under Novità