Adnan Azar, “Mattina, d’improvviso” (“Birdenbire Sabah”)

Di seguito la traduzione di una poesia di Adnan Azar (1956-2014), che è venuto a mancare pochi giorni fa. Nato a Rize, sul Mar Nero, Azar ha pubblicato la prima raccolta di poesie, “Unutmak suları” (“Le acque dell’oblio”) nel 1981, ben sedici anni dopo è la volta della raccolta “Tempi spezzati” (“Parçalanmış Zamanlar”, 1997). Nel 1999 pubblica le poesie di “Yeni Zaman” (“Il Tempo nuovo”) e nel 2008 “La stazione del vento” (“Rüzgâr İstasyonu”). Ha lavorato per la tv di stato per lunghi anni e ha fatto parte del partito comunista turco dal 1976.

Il giorno scende come una buona notizia

con l’innocenza di un bimbo

la luce e la comprensione

come un sorriso

su lenzuola intrise di sudore

 

Il giorno è una buona notizia

ricamata di fiori e meraviglia

cala sull’oscurità lasciata dalla notte

 

Il mio cuore ora è una finestra

abbiamo attraversato il chiarore

ma il mio cuore è gonfio e si lancia

nella luce!

 

Birdenbire Sabah

 

Bir muştu gibi iniyor gün
Aydınlık ve anlaşılır
Bir çocuk saflığıyla
Bir gülüş gibi
Terli çarşaflara sıkıntılara

Geceden kalma karanlıklara
Meraklı ve çiçeklerle örülmüş
Bir muştu gibi gün.

Yüreğim bir pencere şimdi
Aydınlıklara
Geçmişsiz ama sevdalı
Yüreğim telaş telaş
Aydınlıklara!

Advertisements

Leave a comment

Filed under Senza categoria

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s